Investimento obbligazionario: i bond strutturati

Scritto da: -

Cosa sono e come funzionano le obbligazioni strutturate

obbligazionemoneta.jpg

I bond strutturati sono delle obbligazioni che hanno un rendimento complesso che non si può determinare al momento della sottoscrizione, visto che dipende dall’andamento di un’attività sottostante, secondo un meccanismo previsto nel regolamento di emissione - scritto spesso con un linguaggio tecnico impossibile per la maggior parte dei risparmiatori.

I parametri usati o utilizzabili possono essere innumerevoli: tassi di mercato - Libor o Euribor -, singole azioni o panieri di titoli, indici azionari, uno o più fondi, valute, prezzo di materie prime… Un tipo di obbligazioni strutturate sono le reverse floater. La loro cedola è inversamente proporzionale ad un certo tasso, quindi se il tasso di riferimento sale, la cedola dell’obbligazione scende e viceversa. Spesso attirano i risparmiatori con trucchetti: nei primi due anni prevedono ricche cedole, ma poi il meccanismo finisce per essere a vantaggio di chi li ha emessi.

Un’altra obbligazione strutturata è la reverse convertible, il cui rendimento è inversamente proporzionale alla performance di un’azione o paniere di titoli. Elencare tutti i tipi di obbligazioni strutturate esistenti è praticamente impossibile, in considerazione della continua offerta di nuovi prodotti in questo campo. Basta però sapere che se un prodotto è complesso con ogni probabilità non ci conviene: chi progetta questi prodotti lo fa per dare un vantaggio a chi vi vende questi complessi giochi di prestigio.

Vota l'articolo:
3.20 su 5.00 basato su 5 voti.