Manovra Finanziaria pensioni: inflazione e minime, 41 o 42 anni di contributi per tutti

Scritto da: -

Dal 2012 pensione di anzianità solo con 42 anni e un mese per gli uomini e 41 anni e un mese per le donne. E molto altro

pen.JPG

Oggi il governo Monti ha presentato la manovra finanziaria che include il pacchetto previdenziale. Le misure di austerity decise dal governo hanno suscitato anche la commozione del ministro del Welfare Elsa Fornero, che abbiamo pubblicato qui (guardate il video). Si parla di tagli importanti, di sacrifici per lavoratori e cittadini. Oggi vogliamo approfondire cosa prevede la manovra delle pensioni. Ecco le misure previste riassunte per punti come spiega il Corriere:

- Dal 2012 pensione di anzianità solo con 42 anni e un mese per gli uomini e 41 anni e un mese per le donne:

Se si chiede la pensione di anzianità prima dell’età prevista per la vecchiaia, l’assegno verrà corrisposto, per la quota retributiva, con una riduzione pari al 2% per ogni anno di anticipo. Incentivi, invece, per chi prolunga l’attività.

Abolizione del meccanismo delle quote;

- sale già dal 2012 da 60 a 62 anni l’età per la rendita di vecchiaia per le donne lavoratrici del settore privato;

La lenta equiparazione dell’età pensionabile delle donne con i 65 anni degli uomini e poi con i 66 anni per tutti è stata e accelerata, e in maniera piuttosto brusca. Dal 1° gennaio 2012, infatti, l’età sale a 62 anni. Il limite sarà ulteriormente elevato a 64 anni nel 2014. I 64 anni diverranno poi 65 nel 2016 per attestarsi a 66 nel 2018. Per le lavoratrici autonome (commercianti, artigiane e coltivatrici dirette), invece, lo scalone del 2012 è di 3 anni e 6 mesi (l’età sale a da 60 a 63 anni e mezzo). Il resto del percorso, sino al traguardo dei 66 anni nel 2018, è lo stesso di quello delle dipendenti. Per gli uomini il limite sale a 66 anni dal 2012 perché già incorpora la finestra.

dal 2012 è previsto il contributivo pro rata per tutti e l’abolizione delle finestre di uscita (i 12 mesi di attesa):

Il nuovo sistema riguarderà solo una minoranza dei lavoratori più anziani (la maggioranza di coloro che aveva più di 18 anni di contributi nel ‘95 è già andata in pensione). I risparmi saranno quindi modesti, e gli interessati ci rimetteranno poco. Più si è vicini alla pensione e meno si verrà penalizzati.

blocco dell’adeguamento all’inflazione per il 2012 e 2013, ad eccezione dei trattamenti pensionistici fino a 936 euro.

Sarà bloccato nel 2012 e 2013 l’adeguamento annuale delle pensioni all’inflazione, salvaguardando solo gli assegni fino a 936 euro. È uno dei punti più avversati dalle organizzazioni sindacali.

Introduzione di disincentivi per chi chiede la pensione di anzianità prima dei limiti anagrafici previsti per la vecchiaia

Aumento delle aliquote per artigiani e commercianti (+0,3%).

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Contintasca.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano