Comizi d'amore, 200mila euro: il successo dal basso di Michele Santoro (comunque la pensiate)

Scritto da: -

Servizio pubblico di Michele Santoro, dal 3 settembre in onda col nuovo programma Comizi d'amore, ha chiesto il finanziamento diretto dei cittadini.

serviziopubblico.JPG

Comunque la pensiate, si tratta di un successo inaspettato e un progetto innovativo. Servizio pubblico di Michele Santoro, dal 3 settembre in onda col nuovo programma Comizi d’amore, ha chiesto il finanziamento diretto dei cittadini. 10 euro (o più per chi vuole) per iniziare la nuova trasmissione. Questo il risultato raccontato ieri da Santoro su Articolo21

il nostro sito, nato da 48 ore, ha avuto 100mila visitatori il primo giorno e più di 100mila il secondo. Stiamo parlando di visitatori unici e vuol dire che più di 200mila persone hanno visitato il nostro sito e i contatti sono stati oltre mezzo milione. Non sappiamo quanto di questo si sia trasformato in sottoscrizioni tuttavia mi pare che partiamo avendo accanto, in questa impresa, una gran massa di persone.

10 euro per “Servizio pubblico”, lo considerate una sorta di mini canone?

Proprio così, una forma di piccolo canone che però in questo caso si paga volentieri per vedere in onda il proprio programma preferito e non vedere cose che non c’entrano niente con i nostri bisogni e i nostri desideri.

E tre ore fa dicono già di avere sfondato i 200mila euro. Dal sito Voce d’Italia:

La nuova informazione si fa in rete. Lo sa bene Michele Santoro che ha annunciato che “Comizi d’Amore” andrà in onda anche sul web. Il nuovo programma del giornalista partirà il 3 novembre e sarà visibile su TeleCapri, Sky, e online sul sito Servizio Pubblico, sito ufficiale della nuova trasmissione. 
Santoro ha chiesto di sostenere il progetto online donando 10 euro alla causa.

La cifra raccolta ammonta già a 200 mila euro. 
Solo nelle prime 48 ore, e solo tramite il pagamento Paypal, abbiamo raggiunto i 210.000 euro”, ha detto Santoro.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!