Morire costa! Funerali, spese cimiteriali e cremazione: come orientarsi?

Scritto da: -

cimitero.jpg

(foto di zioWoody www.flickr.it)

Secondo l’ultima di Help Consumatori, agenzia on line dedicata ai consumi , sui costi dei funerali in 10 grandi città (Roma, Milano, Torino, Palermo, Bologna, Catania, Venezia, Udine, Parma e Genova) organizzare un funerale a Torino, costa in media 2.900 euro, a Milano e Genova (2.500 euro), a Palermo e Udine (2.000 euro), Bologna (1.950 euro). Il funerale più conveniente, invece, si celebra a Venezia (1.160 euro), seguito da Parma (1.500 euro), Roma (1.600 euro) e Catania (1.800 euro). Attenzione! Si tratta di prezzi medi, ma si fa presto a salire fino a 10mila euro, precisa Help Consumatori, in base a optional, tipo di legno, ecc.

Non è comunque poco, se si considera che il giro d’affari dei funerali privati nel 2007 si aggira intorno a 1 miliardo 200 milioni di euro e oltre.

Al costo del funerale, poi, che si riferisce a un servizio "all inclusive" (comprensivo di: trasporto della salma, pratiche per la tumulazione, feretro in legno massello (larice), zinco interno, valvola, suggello a fuoco, imbottitura feretro in raso e competenze d’agenzia), si devono aggiungere anche le spese cimiteriali: ossia il costo del loculo per conservare le ceneri, nel caso della cremazione, e il costo della tumulazione.  

E allora si scopre che nelle città provviste di un forno crematorio conviene senz’altro optare per la cremazione, visto che il loculo per contenere le ceneri costa molto meno rispetto alla tumulazione (si arriva a risparmiare parecchio). Ci sono poi città che incentivano la cremazione, applicando tariffe agevolate: a Roma la cremazione è completamente gratuita per i residenti, a Venezia costa 120 euro e a Milano 234 euro. Non tutte le città però hanno un forno crematorio: in quelle sprovviste, il costo della cremazione è quindi molto più elevato (Parma e Catania, ad esempio).

Ma esiste anche il servizio pubblico, che permette di risparmiare parecchio e che è messo a disposizione dal proprio Comune: lì dove è previsto, però… quindi, informatevi presso l’Urp prima di rivolgervi subito al privato e confrontate le tariffe se intendete risparmiare! 

Inoltre, come invita Help Consumatori, diffidate dalle agenzie che, direttamente in ospedale sfruttando la debolezza del momento, propongono di provvedere all’organizzazione completa del funerale tralasciando opportunamente di specificarne i costi che alla fine potrebbero risultare molto salati!

Ma perche' i funerali costano tanto? Innanzitutto, i profittatori, che speculano sullo stress emotivo delle famiglie che hanno perso un loro caro e che quindi non sono nella condizione psicologica ideale di scegliere l’offerta economica più adeguata, sanno giocare bene le loro carte. Per esempio, sanno bene che se proposti dall'ospedale possono godere di una posizione privilegiata. In una segnalazione inviata ai Presidenti di Camera e Senato, a Governo, Regioni e Comuni, infatti, l'Antitrust sottolinea come molte amministrazioni ospedaliere, per contenere i costi di gestione o garantirsi un’entrata, affidano a società di onoranze funebri la gestione delle camere mortuarie gratuitamente o a pagamento: "Prassi che violano la necessaria distinzione fra servizi di natura pubblica in adempimento agli obblighi di polizia mortuaria, e attività commerciali quali sono i servizi di onoranze funebri".

Ma commistioni tra attività pubbliche e attività private avvengono anche nel caso in cui i servizi di onoranze funebri (privati) sono le stesse società comunali che gestiscono i cimiteri (attività pubblica). L'Antitrust, nella segnalazione inviata alle istituzioni, punta il dito anche contro le società comunali, attraverso cui le amministrazioni hanno esercitato in regime di esclusiva le attività funebri, che hanno successivamente esteso la loro attività nel mercato contiguo delle onoranze funebri: le amministrazioni comunali si dovrebbero limitare a offrire servizi di gestione cimiteriale e altri servizi di natura pubblica evitando di svolgere, attraverso le stesse imprese, attività privatistiche di onoranze funebri.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Contintasca.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano